mercoledì, agosto 06, 2008

«Ho messo una lapide sulla mia vagina»

Così Rosalinda Celentano su Corriere.it (e su "A"): «Ho messo una lapide sulla mia vagina». E sti cazzi, ho pensato... Certo che di personaggi pretenziosi, insignificanti e fastidiosi come la Celentano ce ne sono davvero pochi. Eppure nonostante la sua sostanziale nullità riesce ad avere ancora una visibilità mediatica imbarazzante. Ditemi voi se si può ancora parlare di dignità per il giornalismo italiano...

3 commenti:

io_malo ha detto...

ma c'è qualche lettore a cui interessano le cazzate di questa qua? macchissenefrega. oppure ha seguito, per via del padre?
veramente incredibile.

alessandro ha detto...

ma nel senso che se l'è tatuata o che se l'è appoggiata sopra?

a parte gli scherzi, deve essere una cosa di famiglia quella di parlare a vanvera.

Paul The Wine Guy ha detto...

Dignità? Giornalismo? Qualcosa non mi torna.