martedì, agosto 05, 2008

Le Cronache di Riccione: seconda puntata

Fa caldo. Tanto caldo. In questi giorni dormo molto. Qualche cena qua e là, niente da segnalare. Mare poco, solite mattine in Radio a lavoricchiare. Leggo un po' di tutto: cose molto impegnative ma affascinanti, cose inconcludenti, cose dalla bellezza sconcertante e cose intriganti. Ieri poi ho comprato un libro di un autore che ho sempre desiderato conoscere ma che non ho mai letto (non chiedetemi il perché). Ho voglia di sapere qualcosa di più sulla Grande Madre Russia (l'altro giorno mi tentava molto Buonanotte Signor Lenin, sarà un'altra volta), ma non attraverso i suoi autori (che ho sempre maldigerito), attraverso gli occhi di chi l'ha attraversata, scoperta, amata e odiata. In onda si parla di autostop. Riaffiora un po' di nostalgia. Tra oggi e domani butto giù la un pezzo per Maxim di ottobre. Ho già tutto pronto, devo soltanto trovare il tempo per riordinare le idee. Magari stasera. Continua a fare caldo. Tanto caldo.

1 commento:

MarcoP ha detto...

Che bello che e' Buonanotte Signor Lenin...