giovedì, agosto 07, 2008

Le sorelle Bruni e il caso Petrella: memoria corta?

Avrete letto più o meno tutti del caso Petrella. Il solito caso di brigatista riparato in Francia, l'Italia ne chiede l'estradizione, e molti presunti intellettuali francesi si oppongono in nome della libertà. Interessante notare che tra le più schierate in difesa della Petrella ci siano le due sorelle Bruni. Forse sarebbe il caso di ricordargli che la loro famiglia si trasferì in Francia negli anni '70 proprio per il terrore di essere rapiti dalle Brigate Rosse. Certo, ci sarebbero tante altre cose da puntualizzare. Meglio di no. Non ti curar di loro ma guarda e passa, scrisse qualcuno un po' tempo fa: che ve lo dico a fare...

1 commento:

Giuliano ha detto...

ha ragione Carla!
non fosse stato per le BR e il conseguente riparo in Francia, a lei sarebbe toccata la fine della Carfagna! ;)
ovvio che ora un minimo di riconoscenza ci stia tutta...