venerdì, agosto 08, 2008

Le Cronache di Riccione: terza puntata

Oggi iniziano le Olimpiadi. Sono emozionatissimo. L'emozione dell'evento sportivo puro che riescono a regalare le Olimpiadi è un qualcosa di unico. Invidio molto gli atleti che hanno la fortuna di parteciparci. Ho dato un'occhiata al calendario delle cose che mi interessano e dovrei riuscire a vedere più o meno tutto. E lasciamo da parte tutte le polemiche strumentali (e spesso davvero stupide) legate all'evento: ci si potrebbe scrivere un libro, e probabilmente ci sarà qualcuno che lo farà. Qui a Riccione intanto continua a fare caldo, anche se a corrente alternata. In questi giorni mi capita di leggere sempre più spesso il blog di Gilioli: davvero un gran giornalista, tanto di cappello. Stanotte vado a pescare il siluro sul Po insieme al Presidente del Gruppo Siluro Italia. Speriamo di sopravvivere (ad essere sincero mi sento molto Sampei). Anche perché domani arriva mia moglie e non sarebbe il massimo farsi mangiare di un siluro di un paio di metri proprio la sera prima. Per il resto a Riccione niente da segnalare: calma piatta.

5 commenti:

Alessandro ha detto...

beh domani hai anche la griglia! e la pesca mi sembra un'iniziativa simpatica!!!

McMarcoP ha detto...

Ti diro', io sono sempre stato appassionatissimo delle olimpiadi, e' da Los Angeles 1984 che guardo tutto quello che posso vedere (e a Mosca 1980 qualcosa ho guardato), ma quest'anno l'insulto della sfilata dei "grandi del mondo" a rendere onore ad una nazione nella quale succede cio' che sappiamo benissimo ha fatto passare completamente la voglia di guardarle. La mia ragazza le guardera', e so gia' che alla fine saro' anch'io davanti alla BBC ad ascoltare Jackson e Edwards, ma mi vergogno.

Giacomo Brunoro ha detto...

@ale
niente siluro. però è stata un'esperienza fantastica, assolutamente da ripetere.

@mcmarcop
hai in parte ragione, ti rispondo copincollando il commento lasciato nel blog del buon pio:

La scelta di fare le Olimpiadi a Pechino secondo me è stata azzeccatissima: in questo modo la Cina verrà invasa da milioni di turisti, giornalisti e sportivi da tutto il mondo che mineranno sicuramente l'ottuso sistema cinese. in più il fatto stesso che la Cina si metta in mostra a tutto il mondo ha reso possibile che tutte le sue contraddizioni e i problemi che cerca di tenere nascosti vengano invece a galla.

Insomma, cerchiamo di vedere il lato positivo della fazenda...

McMarcoP ha detto...

Hmm, ha anche senso. Sono combattuto sempre di piu'. Staremo a vedere. E intanto la Russia fa la guerra.

MarcoPiva ha detto...

...pero', pensandoci, temo che la facciano "sporca", nascondendo i problemi sotto un foglio di carta e dicendo "vedete che e' tutto a posto?"