venerdì, agosto 01, 2008

Batman, The Dark Knight: un film modesto

Visto ieri sera. Grandissime aspettative, dopo tutto quello che si era sentito e letto in giro. Partiamo da un aspetto che riguarda soltanto la versione italiana del film: il doppiaggio. Dire scandaloso è dire poco. Inascoltabile il doppiatore di Christian Bale. Parliamo di Joker, doppiato da Adriano Giannini. Il padre aveva doppiato il Joker di Nicholson e il figlio ha pensato bene di utilizzare la stessa impostazione (a tratti sempre che a doppiare sia Giancarlo Giannini): ridicolo, semplicemente ridicolo. Alla fine per lo spettatore italiano si perde completamente il senso della recitazione di Ledger. Ma parliamo del Joker. Impossibile fare paragoni con Nicholson: lui era Joker, Ledger ha recitato un ruolo. E' stato molto bravo, su questo non ci sono dubbi, ma il suo limite sta nel fatto di aver semplicemente dato vita ad un cliché, ossia il classico schizzato hollywoodiano.
Altra delusione: l'estetica del film. Non sta in piedi davvero niente, a partire dall'uso smodato di tecnologie assurde (realizzate per altro in periodi di tempo brevissimi), per non parlare poi della tuta/armatura di Batman, senza dubbio una delle più brutte viste al cinema. Era meglio la calzamaglia di Adam West.
Ultima nota dolente: la durata. Smisuratamente lungo, il film continua ad aggiungere l'impossibile nel tentativo di creare un climax drammatico, sfociando invece nella noia e nel (troppo) inverosimile. Tutta la presunta filosofia o lo spsessore del film però non ci sono, non scherziamo... qui ci si limita a qualche luogo comune, risolto peraltro con trovate stereotipate. Penso alla scena delle due navi, con il carcerato eroico...
Per il resto la storia c'è e anche i personaggi sono tratteggiati bene, ma nel complesso il voto è un 5 e mezzo, soprattutto se si considerano il budget e le critiche enormemente positive fatte al film. Dentro a questo Batman c'è troppa Hollywood.
Io mi domando perché Joker non l'ha fatto Gary Oldman. Sarebbe stato perfetto (nei panni di Gordon non mi ha convinto molto). E comunque il Joker più grande di tutti i tempi resta sempre lui, Cesar Romero.

12 commenti:

standby-man ha detto...

sul doppiaggio ti do pienamente ragione. anche se la voce del joker non mi dà troppo fastidio. sul resto dissento... è un fumetto... è batman... è bello vedere come io gli attribuisca un bel 7,5 e tu un 5,5... ma forse è lo stesso motivo per cui a te hulk è piaciuto molto, a me abbastanza, senza sconvolgermi... alla fine dipende dai nostri eroi...

Alessandro ha detto...

dissento su tutto tranne che sulla durata.
io però l'ho visto in inglese e su uno schermo grande come un palazzo. quindi...

ledger da solo vale il prezzo del biglietto. anche se non lo capisci l'inglese vedi di guardarlo in lingua originale che tanto quello che si dicono lo sai già...

Giacomo Brunoro ha detto...

Immaginavo di questo dispenso,il fatto è che io ho letteralmente adorato il batman di miller,e quindi ci sono rimasto male.il punto è che si poteva fare un gran film d'autore,visto il materiale,invece alla fine "è il solito fumetto",come giustamente fa notare mattia.poi ho precisato che la mia parziale delusione è dovuta al fatto che le aspettative erano altissime...e comunque tutta la menata finale di harvey/due facce è superflua e ridondante... Senti un po' Ale,alla fine che libro hai preso?

scriptab ha detto...

isolazionista. sono già a metà. confermo mia precedente affermazione sull'autore fatta su questo blog. ;)

Giacomo Brunoro ha detto...

il piccolo isolazionista è un libro per molti ma non per tutti. io l'ho letteralmente adorato. e comunque hai raginoe, tommaso è proprio un genio.

Laura Pozzi ha detto...

Ok, l'ho visto ieri sera. A me l'interpretazione di Ledger è piaciuta moltissimo... mi ha fatto davvero paura! Sul doppiaggio concordo, la voce di Batman/Wayne è piatta come pochi, sembra quasi stia leggendo (e pure male). Effettivamente è esageratamente lunghetto... pensavo fosse terminato quando hanno catturato Joker, invece c'era ancora un bel po' di film. Comunque il fatto che abbiano condensato il tutto, evita un possibile seguito...

Nick ha detto...

MMM..quindi sei l'unico che assegna un 5.5 di valutazione. Anch'io voto 7,5 e dissento su quasi tutta la tua critica.
E' bello avere degli amici, no? :)

Doppiato veram ma veram male. E' un fatto. Mi permetto di far rilevare che siamo rimasti l'unico paese a far doppiare i film stranieri. La tendenza europea ormai è usare i sottotitoli, scelta che tende a restituire la purezza interpretativa dei personaggi. Soli in Italia la casta dei doppiatori è ancora così forte da impedire questo sviluppo.

Forse il film dura troppo..forse le sottotracce sono troppe e alcune vengono per forza risolte maluccio, vedi la genesi di due-facce e l'episodio delle navi. Però la trama nel insieme tiene,è spettacolare il giusto, gli attori, Ledger su tutti, sono abb ispirati. Dai su, è un film che va visto!

Laura Pozzi ha detto...

Beh, ok la purezza, però un film preferisco vedermelo in italiano... se mi devo leggere i sottotitoli non riesco ad apprezzare appieno le scene... <.< Ovvio che deve essere doppiato bene (quindi che li scelgano bene sti doppiatori, non a caso)! Non vorrei dire un'enorme cavolata, ma, in generale, i nostri doppiatori non sono i migliori?

MarcoP ha detto...

Il film non l'ho ancora visto, ma e' in coda - tutti i Batman precedenti mi hanno fatto abbastanza schifo, quindi non mi aspetto granche' comunque.
I doppiatori italiani sono stati sempre riconosciuti i migliori al mondo (e no, non siamo gli unici a doppiare: Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, parte dell'ex-Yugoslavia, anche gli USA in parte), ma a tutti apita di sbagliare... comunque, consiglio sempre, a tutti, di guardare in originale con i sottotitoli.

Giacomo Brunoro ha detto...

il problema del doppiaggio è un problema atavico. noi da sempre ci facciamo delle gran pippe con i nostri doppiatori, ma fanno lo stesso in spagna e in francia... è che da noi si sta un po' esagerando, ci sono 4 doppiatori in croce che hanno monopolizzato il mercato e che interpretano ogni personaggio con la stessa impostazione vocale, appiattendo tutto. nonostante tutto anch'io (da buon ignorante) preferisco vedere un film doppiato bene. poi nel caso di film storici o con attori della madonna vederli in lingua originale con i sottotitoli è una vera libidine (penso a robe tipo il padrino o apocalypse now...)

p!o ha detto...

Anche a me il film.... è piaciuto un casino! Sul serio. Bellissimo. Per me è il miglior film su un supereroe di sempre. E' batman al 99% (la moto è una sboronata, ok.)

Capitolo doppiaggio: faccio notare che Batman è doppiato da un non-doppiatore: la voce è di Caludio Santamaria. Chi è? E' il "Dandi" di Romanzo Criminale (nonché il Rino Gaetano della Fiction), che ha sostituito la voce abituale di Christian Bale.

Perché è stato scelto lui?
Ma che cazzo ne so. Sono impazziti.

All'inizio mi veniva quasi da ridere, mi ha fatto lo stesso effetto dell'Uomo Senza Sonno (gran film), in cui Bale veniva doppiato da Tonino Accolla.

Praticamente l'effetto era:
"Non dormo da un anno.
Ho perso 35 chili.
Sto male.
DEH HE HI MITICOU!"

Giacomo Brunoro ha detto...

almeno sul doppiaggio siamo tutti d'accordo.. eh eh eh... comunque alla prossima cena in piena ubriacatura molesta vi racconterò per filo e per segno tutte le cazzate (secondo me del film)...

@Pio
sul "DEH HE HI MITICOU!" mi sono letteralmente ammazzato... eh eh eh...