giovedì, luglio 10, 2008

Mara Carfagna fa riaprire le Case Chiuse: e non è uno scherzo!

Io lo dico sempre che la realtà supera di gran lunga la fantasia. Stamattina apro La Stampa e trovo in prima pagina un articolo che titola più o meno così: "Si alle prostitute, ma in casa". In pratica si parla di un decreto legge che permetterà alle prostute di esercitare in maniera perfettamente legale la professione più antica del mondo all'interno delle case private. L'importante però è che tutti i condomini siano d'accordo. E chi mi ha presentato il ddl? Il ministro Mara Carfagna. Eccezionale. Va a finire che la Carfagna resterà famosa nella storia della Repubblica Italiana per essere il Ministro protagonista delle misteriose intercettazioni a sfondo sessuale, e per aver fatto riaprire le case chiuse. Niente male per un Ministro che punta alla difesa dei valori della famiglia, dei valori, ecc. Chiaro che per lei l'importante non è andare o non andare a puttante, l'importante è che non si veda niente, che resti tutto chiuso dentro quattro muri. Non avvertite anche voi uno splendido profumo di vecchia DC?
Resta un sottile ironia di fondo: nemmeno il miglior autore comico del mondo avrebbe potuto ideare una trama del genere.

3 commenti:

Max Brighel ha detto...

ti aspetti razionalità da una donna???? XD

Anonimo ha detto...

Deve aver visto il servizio delle Iene di qualche mese fa. Così battono cassa con le porno-tasse. ahahahah.
Dopo la Robin-Tax ecco la Batton-Tax.
Bisogna concedergli il dono della fantaputtanata!
GiGisland

Paolo ha detto...

non vedo altre soluzioni allo sfruttamento della prostituzione e alla sicurezza delle persone riguardo alla trasmissione di malattie. Poi la Carfagna sarà quello che volete ma l'idea è giusta