lunedì, novembre 03, 2008

Andreotti a rischio schioppone in diretta: siamo sempre più una gerontocrazia


Posto (e sottoscrivo) tutto via Manteblog. Ma ci rendiamo conto che quest'uomo un paio di anni fa a momenti faceva cascare un Governo perché non l'avevano eletto Presidente del Senato? Ma che c'è di male a starsene a casa a coltivare il proprio otium ad 89 anni? Qual è demone che ti obbliga a restare sempre lì, inchiodato alla tua sedia? Perché nessuno ha il coraggio di dire a certe persone (ogni riferimento a Cossiga è puramente casuale) che basta, è arrivato il momento di andare in pensione? Perché siamo la Gerontocrazia più potente del mondo? Perché?

P.S.
Ah, la faccia della Perego (sempre più regina assoluta del peggio televisivo) è assolutamente priceless. Già mi immagino il regista che urla in regia "spegnete e riavviate Andreotti, sicuro che dopo riparte!".

1 commento:

Actarus ha detto...

Povero Giulio, rischiare di rimetterci le penne proprio nel fiorfiore della sua vita... ha ancora tantissimo tempo davanti a se. Purtroppo mi sa che le dichiarazione di Berlusconi sui 120 anni di vita media possano avere fondamenti in Andreotti.