lunedì, aprile 07, 2008

Una volta si chiamava pallavolo (salvezza centrata per Padova!)

Torniamo a parlare di volley, dato che ieri si è conclusa la regular season e Padova ha centrato la salvezza. Non proprio all'ultimo set ma sempre all'ultima partita, come ormai siamo abituati a vedere da qualche anno a questa parte. Tanta sofferenza, soprattutto per chi come me ha dovuto seguire i momenti decisivi del quarto set contro Piacenza davanti al mac, aggiornando ad ogni minuto il sito della Lega con i risultati in tempo reale. Quest'anno sono riuscito a vedere soltanto una partita di Padova, vale a dire quella qui a Milano con la Sparkling, e per fortuna che c'era la Sparkling, così qualche partita di A1 me la sono goduta (ora vediamo un po' cosa combina la società...). Adesso sotto con i playoff (Trento superfavorita ma occhio a Treviso) che, putroppo, non riuscirò a vedere mai salvo miracolo.
Prima di chiudere una piccola considerazione sul Petrarca Padova (ma si dai, fatemelo chiamare col suo vecchio nome!): è davvero sorprendente vedere come una società riesca a restare ad altissimi livelli nonostante un budget risicatissimo e, soprattutto, pagando sempre con la massima puntualità tutti i suoi giocatori. Lo so che una cosa del genere può sembrare una banalità, ma vi posso assicurare che nel mondo del volley italiano non sempre le cose vanno come dovrebbero andare (come si può vedere qui, qui, qui, qui oppure qui). L'ennesimo capolavoro di Maurizio Sartorati: io non l'ho mai conosciuto personalmente ma mi è sempre sembrato una persona animata da una passione smisurata per il volley, senza dubbio una di quelle persone che fanno un gran bene allo sport (quando se ne accorgeranno a Padova?). Infine un saluto anche al mio amico Simone Serafini che con la sua Perugia ha chiuso la stagione al decimo posto e che, molto probabilmente, si sta già preparando per il Beach.

5 commenti:

massimo ha detto...

ho un collega di lavoro che gioca in A-2 e mi sto facendo una piccola cultura di volley (ehm... pallavolo!) in effetti è proprio un bel movimento, per certi versi un po' come il rugby che però sembra stia diventando fenomeno di moda... speriamo non vada a finire così!

p!o ha detto...

Mah! Sartorati ogni anno piange il morto in cerca di sponsor...

Quest'anno Padova era partita benissimo e poi è crollata (vuoi per sfiga - vedi infortuni a manetta - vuoi per inesperienza... Perazzolo è una bestia ma è tanto giovincello...)

Fortuna che si è salvata anche quest'anno, dài che l'anno prossimo arrivano i soldi di MontePaschi e facciamo il culo a strisce a tutti, odiata Sisley compresa ;-)

p!O


PS: Peccato solo che la A1 femminile del Megius si sia sciolta l'anno scorso... era una bella squadretta!!!

Giacomo Brunoro ha detto...

@massimo
il volley ha già avuto il suo momento di massimo splendore nei '90: tre mondiali vinti, il campionato italiano che era l'Nba del volley e la nazionale azzurra nominata squadra del secolo. Però erano gli anni '90, appunto...

@pio
è vero, sartorati piange il morto ogni anno perchè ogni anno deve fare i miracoli per tenere la squadra. nella stagione 2006/07 il Petrarca ha fatto tutta la stagione con 900 mila euro (compreso tutto il settore giovanile). A Modena, uno come Ricardinho, becca 800mila euro all'anno...
Il fatto è che a Padova siamo dei tirchioni: il rugby non ha mai trovato uno sponsor decente, il calcio è andato a puttane, il basket non so neanche se c'è più, il volley femminile disperso... insomma se il volley maschile è rimasto a questi livelli il merito va anche a Sartorati.
Quest'anno abbiamo fatto un girone d'andata spettacolare, poi si è infortunato Perazzolo (che non ha più recuperato) e con lui mezza squadra... e comunque anche quest'anno una salvezza tiratissima che mi ha fatto godere quasi come uno scudetto.
Ma 'sta storia della MOntepaschi è fondata? no perchè sto godendo già da adesso...

p!o ha detto...

Qua se ne parla da quando la MPS s'è acquisita l'Antonveneta... come motivazione in più ci sarebbe che MPS vorrebbe avere una squadra di livello in tutti gli sport... Siena nel Basket, Siena nel calcio, Viadana nel Rugby, e ora [Sartorati li] dovrebbe convincersi a investire sulla squadra di Padova.

Oltre alla squadra si parla di un rinnovamento anche del Palasport San Lazzaro.

Speriamo! E' dai tempi della diagonale De Giorgi - Pasinato che mi piacerebbe rivedere una squadra forte a Padova, con annessi e connessi!

PS Pasinato gioca ancora, mi pare in B/1...

Giacomo Brunoro ha detto...

Bei tempi quelli... poi tanta sofferenza, anche se l'ultima stagione veramente buona è stata il 2003/04 (c'erano Coscione e Simeonov, che all'epoca erano due scommesse totali...), con il quarto posto in campionato. Il fatto è che a Padova di volley ci capiscono, lo dimostra il fatto che ogni anno riescono a salvarsi con squadre che ad inizio stagione sembrano destinate al massacro (quest'anno se non avessimo avuto così tanti infortuni rischiavamo di fare i playoff). Ogni anno riusciamo a tirar sù ottimi giovani e qualche straniero che sembrava un brocco e invece... però mancano proprio i soldi. A 'sto punto speriamo nella MontePaschi!