martedì, dicembre 04, 2007

D'Alema e il sentimento religioso degli italiani

Massimo D'Alema ha si è detto contrario al matrimonio tra omosessuali perché «offenderebbe il sentimento religioso di tanta gente». Mah... io resto sempre un po' perplesso quando leggo dichiarazioni di questo genere. Posso capire le posizioni di principio, il fatto di essere pro o contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ma una frase del genere fatta da uno dei leader della politica italiana (e per di più della sinistra) mi lascia francamente basito. Ma cosa vuol dire? Libertà individuale questa sconosciuta... E poi, se proprio vogliamo dirla tutta, anche l'aborto offende il senso religioso di tanta gente, anche il divorzio, anche i politici che rubano seduti in parlamento, i migliaia di morti sul lavoro e tante altre cosette che evidentemente non turbano più di tanto la sensibilità di D'Alema.

2 commenti:

Alessandro ha detto...

letto in un messaggio di stato su gmail:

"Il Pd è come la morte per annegamento: una sensazione meravigliosa, dopo che smetti di lottare"

qui, caro mio, di sinistra non c'è restato nessuno.e non è nemmeno detto che sia un male, tant'è che i ds hanno sgomberato il campo da eventuali equivoci, passando da democratici di sinistra a partito democratico. anche il nome c'ha una sua importanza...

giacomo ha detto...

Visto su un giornale stamattina, foto di uno striscione della protesta anti-pd:

"PD: Poi Decido"

Comunque sono d'accordo con te ale, il problema è che invece di migliorare peggioriamo. E se pensi a quello che c'è stato prima parlare di peggioramente è a dir poco drammatico...