martedì, gennaio 30, 2007

Chi se lo ricorda?










Per lo spazio amarcord due parole sul fantomatico "Cecco della botte", traduzione italiana del mitico "Chavo del Ocho" messicano. In Italia lo trasmettevano solo su qualche canale privato regionale, in veneto non mi ricordo neanche in che canale andava. Roba da extracult insomma, che probabilmente in Italia soltanto io, Ghezzi e uno dei miei fratelli ci ricordiamo (ammesso e non concesso che mio fratello se la ricordi...). Il video qui sopra è quello della serie messicana (che in Spagna e Sud America è un vero e proprio mito generazionale). Cercando in rete ho scoperto che c'è anche un'altra persona in Italia che se lo ricorda, Antonio Genna, com'è possibile vedere nel suo sito dedicato ai doppiatori italiani. E siamo già in quattro, forse.

5 commenti:

Valeria ha detto...

Io nn me lo ricordo proprio...

filippo ha detto...

Mitico "el Chavo del Ocho"!! In Messico lo guardavo sempre! Che nostalgia ... Don Ramon che se le pigliava da Doña Florinda, mamma di Quico; la Chilindrina con i suoi pianti isterici e il mitico prof. Jirafales, innamorato di doña Florinda e perenne vittima degli scherzi del Chavo.
Non sapevo fosse passato anche in Italia. Ricordo che la stessa compagnia aveva messo in scena anche un'altra serie, ambientata in un'aula scolastica ma non ne ricordo il nome ...

Trinity ha detto...

Anche io lo ricordo :-)
Lo guardavo quando ero piccola su una rete televisiva privata di Torino, con mia sorella ridevamo come matte!!!
Qualche giorno fa mi è tornato in mente, vedendo un video su YouTube, ma non ricordavo il titolo in italiano...
Ciao

Trinity

Esteban ha detto...

Interesante saber que aun recuerdan este gran programa.

Soy el creador de www.chavodel8.com y me da gusto saber que en Italia presenciaron este programa.

Saludos desde Costa Rica
Esteban

Berets ha detto...

Che pregio! Lo davano su Rete A all'inizio degli anni '90 e non me ne perdevo una puntata! Chi riesce a mettere online un video col doppiaggio in italiano è troppo un capo! Mi ricordo che Chicco, l'amico di Cecco, aveva l'accento piemontese.